Il poeta scandagliatore di abissi, il poeta palombaro e ricercatore di tesori nelle profondità marine: è un modello ben radicato nella letteratura novecentesca, basti pensare alle pagine ungarettiane della celebre raccolta del 1916 "Il porto sepolto", al "Cimitero Marino" di Valery...